sabato 22 luglio 2017

Frutta mista sciroppata|Ricetta con poco zucchero

Mi piace moltissimo la frutta estiva...
Mai avrei pensato di metterla in barattolo perchè pensavo, sbagliando, che occorresse tanto zucchero, ameno quanto per le ciliegie.
E invece appena ho visto la foto e ho letto la ricetta di Poline non ho saputo resistere.


Poline è una bravissima cake designe che fa cose deliziose di gran gusto, non le solite "americanate"dai colori improbabili e pacchiani. E' anche un'ottima cuoca che ho imparato a conoscere sulle pagine di FaceBook. E siccome -lo confesso- io vado  molto a simpatia, se una persona mi piace umanamente, automaticamente mi intrigano le sue ricette. Difficilmente sbaglio: il mio sesto senso potrebbe fare prova in tribunale!😁 
Quelle rare volte che ho toppato una ricetta di qualcun'altro, dopo tempo mi sono resa conto quasi sempre che quella persona non meritava la mia simpatia.😏
 Tornando alla ricetta per la frutta sciroppata, vi devo dire che, sebbene sia di una semplicità disarmante, solo a patto che si proceda come indicato si otterrà un risultato finale davvero eccezionale.
 Cosa vi serve? Frutta estiva mista tagliata a pezzettoni, compreso melone, ciliegie, uva e tutto quello che vi pare; qualche barattolo di vetro adatto alla sterilizzazione; uno due cucchiai di zucchero semolato a seconda della capacità di ogni barattolo riempito di frutta; una pentola alta e un canovaccio, per la bollitura.

Frutta mista sciroppata|Ricetta con poco zucchero



Ingredienti:
pesche
albicocche
melone
ciliegie
uva
1 cucchiaio zucchero semolato  per ogni barattolo da 250 ml

Mettere a sterilizzare i barattoli in forno, insieme ai coperchi,  portandoli a 100° per pochi minuti; spegnere e lasciarli nel forno.
Lavare, asciugare la frutta, quindi pulire le pesche,  denocciolare le albicocche e le ciliegie. Tagliare a pezzettoni i frutti più grandi, quindi riempire bene  i barattoli, spingendo la frutta ma senza fare troppa pressione.


A questo punto aggiungere un cucchiaio di zucchero, o due, a seconda della grandezza scelta. Chiudere bene i barattoli con il loro coperchio, metterli in una pentola alta, con l'acqua che deve superare di 5 cm la loro altezza, avendo l'accortezza di separarli tra loro con un canovaccio.  
L'acqua non deve essere fredda ma già  ben calda. Lasciar sobbollire per 20 minuti e, trascorso il tempo indicato, togliere subito dall'acqua i contenitori

Dunque, per essere chiari, non cominciare la cottura in acqua fredda, né lasciar freddare i barattoli nella pentola dopo la bollitura, altrimenti la frutta subirebbe una cottura troppo lunga perdendo  sia il colore che la consistenza.


Poline assicura che la frutta rimane intatta almeno fino a Natale. Io delle amiche mi fido!


Buon lavoro,

Ornella

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
                                                         Copyright 2009-2017© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

8 commenti:

  1. Good article. I certainly love this website.
    Stick with it!

    RispondiElimina
  2. Thanks for any other magnificent article. Where
    else could anyone get that type of information in such a perfect manner of writing?
    I have a presentation subsequent week, and I'm at the search for such information.

    RispondiElimina
  3. Senz'altro il metodo migliore per fare frutta sciroppata; lo sciroppo non diventa per niente vischioso. L'ho imparato molti anni fa da contadine dal Monferrato. Loro infilavano pezzi di pesca in bottiglie da vino, ma il metodo è lo stesso.

    RispondiElimina
  4. una bellissima ricetta ! ci provo subito ....

    RispondiElimina
  5. provato ieri ! ma dopo la cottura di 20 minuti in acqua bella calda, ho trovato che rimane tanta acqua dei baratoli...le pare normale ? bella giornata a lei anche se tanto caldo qui in Francia !

    RispondiElimina
  6. si si avevo preso quei bei baratoli come sulle foto e ho verificato la chiusura dopo magari sarà il melone troppo acquoso ....comunque mi piace molto l'idea di conservare la frutta d'estate , ancora grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il melone non l'ho messo. Da noi sono molto profumati, quindi il suo aroma avrebbe coperto quello di tutta l'altra frutta.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...